Ultima modifica: 16 maggio 2018

Carnevale 2012

Dalla tradizione con fantasia …

Attraverso l’approfondimento della storia del territorio di appartenenza gli alunni delle classi V ispirandosi alle maschere tradizionali del nostro territorio provinciale presentano: il Calascione, Farinella e Toeme.
Il Calascione, maschera casamassimese, rappresenta un uomo alto, corpulento ma fiacco con una specie di liuto popolare, strumento musicale da cui prende il nome.
Il Calascione, allora, valorizzando la sua prestanza fisica, ritrova la grinta di muoversi ed agire in sincronia con il gruppo che diventa punto di forza.

 

 

Farinella, maschera propria di Putignano, è una specie di folletto, un giullare, dotato di intenti positivi ma spinto da spirito libero e spensierato.
Farinella, con la sua vivacità, supera le diffidenze legate alla leggerezza del suo essere e trascina tutti in una “rappacificazione collettiva” che porta ad un euforia generale.

Toeme, maschera tipica di Molfetta, è uno spaventapasseri fatto di paglia e carta che agisce senza essere sorretto da una volontà propria.
Toeme si riappropria della propria volontà e capacità di azione e finalmente agisce autonomamente facendo leva sulle sue forze intrinseche e su quelle di gruppo.

I tre personaggi, così rappresentati, hanno in sé; forza di agire, spirito di collaborazione, capacità di azione autonoma, elementi indispensabili alla vita dell’uomo d’oggi.




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi